Malgrado il Coronavirus, i limiti e le restrizioni, la devozione per Sant’Angelo non ne ha risentito. I numeri delle celebrazioni di inizio Giubileo sono stati notevoli: 30 appuntamenti per più di trenta ore di dirette streaming di cui 8 ore dal Santuario di Licata e 8 dall’Estero con 22 luoghi coinvolti in tre continenti e otto nazioni nel Mondo, 18 le comunità coinvolte (9 italiane e nove estere) con sette diverse lingue utilizzate.

Oltre alla Curia Generalizia, sono state dieci le province Carmelitane coinvolte. Le funzioni religiose hanno visto la partecipazione di 3 vescovi, 2 priori generali, 5 priori provinciali, un commissario generale dei Carmelitani e sono state presenti quattro autorità cittadine in rappresentanza di quattro Comuni italiani.