Pubblicità

 

don franco giordano (Small)Sabato si è insediato il neo arciprete don Franco Giordano. Ad accogliere il nuovo presbitero in piazza Provenzani, oltre alle centinaia di fedeli, erano presenti l’amministrazione comunale al completo, il commissario dalla polizia di stato dott. Cavaleri ed il comandante dei carabinieri Luigi Marletta.

Ha presenziato la celebrazione Eucaristica il vicario della curia vescovile don Melchiorre Vutera il quale nella sua omelia ha ricordato don Antonio Castronovo, scomparso poco più di un mese fa, e , rivolgendosi al nuovo arciprete, gli ha raccomandato di collaborare con le varie realtà ed in particolare con le istituzioni civili e militari per costruire una società sana.

Nel suo intervento il sacerdote, che ha iniziato ufficialmente la sua missione pastorale ieri mattina ufficiando la Messa nella chiesa di San Giovanni Bosco, oltre a quella principale delle undici, nel ringraziare il Signore, ha voluto ricordare la parrocchia di San Nicola di Fontanelle ed in particolare don Sebastian Kenda che ha preso il posto del neo arciprete e che in un primo momento era stato nominato quale amministratore della chiesa madre.

Nel suo intervento il sindaco Amato ha detto di consegnare simbolicamente la mura in marmo, simbolo della città, ma soprattutto la gente a don Franco. Al neo arciprete inoltre sono state donate da parte dell’Amministrazione Comunale un libro sulla storia di Palma ed una pergamena.

Infine, a nome della comunità della chiesa Maria SS del Rosario ha dato il benvenuto l’accolito Nicola Capasso.

Totò Lombardo