Pubblicità

Comune di PalmaIl sindaco Pasquale Amato ha emanato un vademecum per i dipendenti comunali sulle corrette azioni sostenibili di risparmio energetico, denominato “Sparagnammu”, che sarà inviato anche ai comuni facenti parte del Patto dei sindaci, che comprende, oltre Palma che ne è capofila, anche Camastra, Ravanusa, Castrofilippo, Naro, Canicattì e Siculiana.

L’obiettivo è adottare comportamenti virtuosi per contenere i consumi energetici e le conseguenti emissioni di CO2 in atmosfera, avvicinandosi agli obiettivi fissati nel protocollo di Kyoto, del «20-20-20»: ovvero il raggiungimento del 20% della produzione energetica da fonti rinnovabili, il miglioramento del 20 % dell’efficienza e del risparmio energetico e un taglio del 20 % nelle emissioni di anidride carbonica. Traguardi da raggiungere entro il 2020. La strada da percorrere per raggiungere questi obiettivi è quella della sensibilizzazione e del rafforzamento delle competenze dei dipendenti, soprattutto di quelli che si occupano di risparmio energetico o di pianificazione energetico-ambientale.

Di qui il vademecum che consiste in comportamenti che, in realtà, chiunque, anche i privati, dovrebbe mettere in atto e che riguardano l’utilizzo del PC, delle stampanti e fotocopiatrici, dell’ascensore, dell’illuminazione e della climatizzazione. Tra i suggerimenti relativi al PC, ad esempio, quello di mettere sempre il computer in stand by quando si fa una pausa, di adottare la funzione di risparmio energetico e di spegnere anche il monitor a fine giornata. Quanto alla stampante, tra i principali suggerimenti quelli di utilizzare quando possibile la modalità di stampa a bassa risoluzione, di riciclare la carta e di usare l’anteprima di stampa per evitare errori. Suggerimenti anche per quanto riguarda le fotocopiatrici quale, ad esempio, quello di stampare, se possibile, con la modalità fronte-retro. Anche dall’illuminazione può giungere un risparmio se la si calibra in base alle effettive necessità e se si spengono le luci quando non servono.