foto ufficio tares 02Il Comune ha chiesto la rinegoziazione del contratto alla Engineering Spa, la società che gestisce il servizio di riscossione dei tributi per conto dell’Ente. La richiesta è stata avanzata nel corso di un summit durato quasi cinque ore. Vari i punti discussi durante il vertice. L’assessore Sambito ha chiesto l’abbassamento degli agi sui pagamenti dei tributi onorari oltre a una rimodulazione di tutti i compensi della società di riscossione dei tributi che a Licata ha la propria sede in via Carlo Alberto Dalla Chiesa. Stessa pretesa è stata avanzata anche per quanto riguarda la Tari, tributo di nuova introduzione, per il pagamento del quale Palazzo di Città ha chiesto agi più contenuti rispetto a quelli attuali. L’assessore Sambito ha inoltre annunciato una novità che riguarda invece la riscossione della Tasi (Tassa sui servizi indivisibili) che il Comune riscuoterà in house, non pagando quindi nessuna società di riscossione e risparmiando, sono parole dell’assessore, “circa centomila euro”.