Il parlamentare regionale Roberto Di Mauro ha presentato un’interrogazione all’assessorato alla Sanità per il paventato accorpamento di 4 unità operative del San Giacomo d’Altopasso.

Considerato che:
– L’Ospedale San Giacomo d’Altopasso è un P.O. di base che serve oltre i circa 36.000 abitanti della città di Licata, anche il più vasto bacino della provincia di Agrigento, dovendo potenzialmente rispondere ad un’utenza tra gli 80.000 e i 150.000 abitanti, secondo quanto previsto dal citato D.M. 70/2015;
– Numerose segnalazioni da parte dell’utenza e dello stesso personale medico in servizio presso il P.O., come riportato da organi di stampa, lamentano carenze di organico sia sotto il profilo medico che di altre figure sanitarie, compromettendo non soltanto l’efficienza ma la stessa erogazione dei servizi resi dall’Ospedale;
– La situazione descritta si aggrava ulteriormente a ridosso del periodo estivo, durante il quale la turnazione del personale risulta gravemente compromessa in concomitanza del periodo feriale, determinando la chiusura di interi ambulatori interni al nosocomio e costringendo, conseguentemente l’utenza a spostarsi verso altre strutture pubbliche o private;
Rilevato che:
– L’insufficienza di personale medico e sanitario ha determinato il Direttore sanitario f.f. del P.O. di Licata a proporre per il mese di agosto l’accorpamento delle UU.OO. di Ostetricia e Pediatria, giusta nota Prot. n. 112443 del 24/07/2020, nonché l’accorpamento delle UU.OO. di Cardiologia e Medicina, giusta nota Prot. n. 112399 di pari data.
– Secondo i dati provvisori ISTAT, la popolazione residente a Licata al 1° gennaio 2020 con un età compresa tra 0 e 14 anni, cui è preposto il servizio di Pediatria del nosocomio, è pari a circa 4600 abitanti. Per quanto riguarda, inoltre, i parti registrati nel corso del 2019, ammontano alla cifra ragguardevole di 368, dimostrando l’intenso lavoro dell’U.O. di Ostetricia del nosocomio;
Ritenuto che:
– Le suddette proposte di accorpamento di fondamentali UU.OO. per il mese di agosto, durante il quale agli ordinari residenti del comprensorio si aggiungono le numerose presenze di vacanzieri, alla luce dei dati specifici sull’utenza potenziale precedentemente riportati, descrivono una situazione fortemente deficitaria ed inadeguata rispetto ai menzionati standard qualitativi e strutturali richiesti dalla normativa nazionale a tutela della salute dei cittadini;
per sapere:
– quali urgenti iniziative intendano assumere per il potenziamento delle risorse professionali, mediche e sanitarie, dell’Ospedale San Giacomo D’Altopasso di Licata;
– se non ritengano di adottare adeguati provvedimenti nei confronti dell’ASP di Agrigento, competente rispetto al suddetto P.O., al fine di sollecitare una maggiore attenzione in merito alle descritte criticità.