Come rilanciare l’ospedale di Licata?
E’ questo il tema trattato dall’assessore comunale alla sanità, Carmelo Castiglione, intervenuto in rappresentanza del sindaco Galanti, ad un incontro con il direttore generale dell’Asp di Agrigento, Zappia.
“Si è trattato di un incontro sicuramente molto utile, oltre che cordiale – sono le parole dell’ass. Castiglione – nel corso del quale ho avuto modo di discutere col direttore Zappia di quelli che sono gli obiettivi sui quali puntare per il rilancio dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso. In particolare gli argomenti dei quali si è discusso sono l’attuazione del piano aziendale, cosa per la quale è necessario bandire subito i posti carenti in organico, a cominciare dai primari delle unità operative; l’apertura del reparto di lungodegenza; la riapertura della cucina per consentire, come da contratto, la preparazione dei pasti in loco; la necessità di migliorare l’aspetto alberghiero mediante la tinteggiatura della ringhiera, la pulizia e la rimozione di tutte le condizioni che consentono ai cani randagi di stazionare permanentemente all’interno del perimetro ospedaliero. Infine, in considerazione del periodo Covid-19, che ha determinato la chiusura dei vari reparti a parenti ed amici dei ricoverati, in via precauzionale, abbiamo chiesto il potenziamento del servizio OSS nei vari reparti per garantire l’igiene personale dei degenti non autosufficienti. Ascoltate le nostre richieste – conclude l’ass. Castiglione – il Direttore Generale ha preso tempo per darmi delle risposte e mi ha comunicato che entro la fine del mese dovrebbe presentare la pianta organica dell’Asp all’assessore regionale della Sanità, per le determinazioni consequenziali anche ai fini del miglioramento dei servizi nelle strutture ospedaliere”.