fontanelle via PalmaA seguito di quanto segnalato e richiesto ieri dal Coordinatore dei Servizi di Igiene Pubblica del Distretto di Licata, Dottoressa Rossana Mangione, è stato segnalato che pur essendo state superate le cause che avevano determinato la necessità di interdire l’uso dell’acqua ai fini potabili “per carattere organolettico “colore” e “torbidità non accettabili, il sindaco Angelo Graci, ha provveduto a revocare la propria ordinanza  n° 37 del 24/4/2013. Contemporaneamente, con ordinanza n° 40 emessa ieri, ha ordinato alla cittadinanza tutta il contemporaneo non utilizzo dell’acqua ai fini potabili perché a seguito delle analisi effettuate dal Laboratorio di Sanità Pubblica dell’ASL di Agrigento su campioni di acqua prelevati in data 9 maggio, la stessa “risulta non conforme, ai limiti previsti dal D. Lgs. n° 31/01, mostrando indici di contaminazione dell’acqua dovuti alla presenza di batteri coliformi a 37° in tutti i punti di prelievo”. L’ordinanza resterà in vigore fino a quando l’Ente gestore non comunicherà l’esito favorevole dei controlli interni. Inoltre, il medesimo Ente gestore delle rete idrica cittadina, la Girgenti Acqua Spa, di riferire al Comune e all’Ufficio di Igiene Pubblica del Distretto di Licata, tutti i provvedimenti adottati ed i controlli interni effettuati per il rientro nei parametri di riferimento previsti dalla normativa vigente. Si sottolinea che, fermo restando le attuali condizioni, l’acqua prima di essere usata deve essere sottoposta a bollitura.