A partire da domani mattina, i netturbini del cantiere ecologico di via Umberto secondo sono fermi per una giornata di sciopero resa nota e proclamata dalla Cgil Funzione Pubblica. Le maestranze hanno deciso di incrociare le braccia poiché attendono ancora il pagamento dello stipendio del mese di marzo e nel frattempo è maturato anche quello di Aprile. La già precaria condizione igienico-sanitaria connessa alla raccolta parziale della spazzatura è destinata a peggiorare ulteriormente nelle prossime ore.