Tra i nostri concittadini più noti c’è senza ombra di dubbio l’ex arbitro Salvatore Racalbuto. La sua carriera arbitrale si è interrotta a seguito delle vicende di calciopoli, che lo hanno coinvolto. E’ di qualche giorno fa la notizia secondo cui la sezione giurisdizionale del Lazio della Corte dei Conti lo abbia condannato a risarcire alla Federazione italiana gioco calcio la somma di 100 mila euro per il danno di immagine subito dal movimento calcistico italiano nel 2006.

 

A fare compagnia all’ex direttore di gara, altri suoi illustri colleghi tra cui Massimo De Sanctis, Paolo Bergamo e Luigi Pairetto. In totale gli arbitri condannati (ma siamo soltanto al primo grado) sono tenuti a risarcire 4 milioni di euro.