La replica del parlamentare regionale Carmelo Pullara all’assessore Ripellino.

L’assessore Ripellino ha perso un’occasione per tacere infatti mi chiedo e gli chiedo, per cosa potrà essere ricordato dai licatesi in questi quasi due anni da assessore? Quale attività ha poste in essere? Quali progetti ha proposto e realizzato? Quali benefici ha portato col suo fare politica negli ultimi vent’anni/ trent’anni al popolo licatese e a Licata indirettamente e direttamente? Ce lo faccia sapere.
Nel merito invece della questione in discussione non capisco perché Ripellino parli di aria fritta utilizzando il politichese senza dare una risposta a ciò che gli viene chiesto.
Io non faccio attacchi ma vorrei certamente che le cose per le quali mi impegno e spendo una quantità di energia notevoli, venissero portate a compimento.
Piuttosto che rispondere con “nulla” ad una domanda precisa, replichi con fatti e carte alla mano. Ed allora, gliela ripropongo in modo semplice semplice: Assessore Ripellino, visto che si erge a paladino, e considerato che sostiene questa amministrazione, mi dica, lo sportello del GAL per il quale, un anno fa, il presidente Olindo Terrana, aveva manifestato disponibilità di aprire a Licata, è stato aperto? Si è fatto qualcosa? Si farà qualcosa? Non pensi ad attacchi, pensi invece a rispondere ai cittadini alla semplice domanda che io, nella duplice veste di deputato di una comunità ma anche dell’intera provincia, e di cittadino di Licata le rivolgo. Orbene caro Giuseppe Ripellino lei ha due soluzioni, o risponde alla domanda con fatti concreti se ne è in grado e se ci sono soluzioni in merito, o altrimenti, e io direi che è la soluzione più comoda ma per lei la più consona, le conviene tacere, come del resto fatto per anni, piuttosto che parlare del nulla ed aria fritta e fare perdere tempo prezioso a me ed a chi legge.

Carmelo Pullara – deputato regionale