Non è ancora possibile nemmeno ipotizzare che Natale sarà visto che quaranta-cinquanta giorni in una situazione come quella attuale sono un lasso di tempo troppo ampio per abbozzare previsioni, ma il Comune ha stanziato una somma per l’organizzazione della festa. Lo si evince da una determina dirigenziale del dipartimento Servizio Sport, Turismo e Spettacoli pubblicata all’Albo pretorio online. La cifra prenotata ammonta a 45.870 euro poiché “l’amministrazione comunale, come ogni anno, intende offrire alla cittadinanza quell’atmosfera tipica del periodo natalizio realizzando un programma in linea con l’attuale situazione sanitaria relativa all’emergenza Covid 19”. I contorni di questo programma sono oggi francamente impronosticabili. Con le strutture al chiuso interdette al pubblico dall’ultimo Dpcm, l’impressione è che si possa organizzare al massimo (sempre che le condizioni lo permetteranno) qualcosa all’aperto ma obbligatoriamente nel rispetto delle norme del distanziamento sociale e senza la creazione di assembramenti. Il capitolo di spesa da dove verranno prelevate le somme è quello “Promozione e diffusione dell’immagine della città”. Nei 45.870 euro è compresa anche la spesa per i diritti Siae. Ma è inutile negare che su tutta questa idea grava un enorme punto interrogativo. Quello del Comune appare più che altro una sorta di atto dovuto con l’impegno di una somma che, in caso, potrebbe servire alla realizzazione di un giocoforza raccolto programma natalizio. Nei prossimi giorni vedremo cosa verrà fuori e se le somme stanziate serviranno effettivamente per garantire la copertura finanziaria a qualche spettacolo o semplicemente per la collocazione di fiori o dell’albero di Natale nei pressi di Palazzo di Città. In quest’ultimo caso, lo stanziamento necessario sarebbe di molto inferiore ai quasi 46mila euro impegnati preventivamente dell’Ente.