Problemi di natura economica per l’Istituto comprensivo Giacomo Leopardi diretto da Maurizio Buccoleri. L’istituto non ha infatti ancora ricevuto le somme spettanti da parte del Comune che, a sua volta, si giustifica dicendo di non aver ancora ricevuto i fondi da destinare al capitolo scolastico da parte della Regione. “Abbiamo dei creditori ai quali non riusciamo a saldare i debiti e che non vogliono farci altro credito – sono le parole del preside Buccoleri – Si rischia anche il black-out elettrico in quanto abbiamo difficoltà anche nel pagare le forniture elettriche come anche la carta da destinare alla segreteria dell’istituto giusto per fare un esempio. Le scuole di primo grado – conclude il preside Buccoleri – dipendono dai comuni. Le somme vengono erogate con cadenza semestrale agli istituti. Noi non abbiamo ancora ricevuto le somme relative al semestre gennaio-giugno 2012 e ci troviamo logicamente in difficoltà”. La replica di Palazzo di Città è stata affidata all’assessore alla Pubblica Istruzione Patrizia Urso: “Il problema dei fondi scolastici è un discorso a piramide in cui noi siamo il gradino più basso. I trasferimenti regionali non sono ancora arrivati e tra l’altro trattandosi di somme vincolate non possono essere stornate da altri capitoli. Capisco i dirigenti scolastici che si trovano in difficoltà nella gestione degli istituti, ma non possiamo spostare alcuna somma perché, ripeto, sono vincolate per legge”. Il Comune ha già sollecitato diverse volte la regione a provvedere all’erogazione di queste somme.