Presentazione licata polizia locale Tavolo relatori Cellura introduce (640x359)Sono stati in tanti a sfidare il caldo e a riempire tutti i posti a sedere predisposti nella Biblioteca Comunale di Licata in occasione della presentazione dell’ultimo libro del sociologo e giornalista licatese, Francesco Pira, docente di comunicazione all’Università di Messina. L’ultima opera in ordine di tempo “La polizia locale e la comunicazione sul web” ( Maggioli editore) scritta a quattro mani con la formatrice bolognese, Samantha Gamberini, docente della Scuola Interregionale di Polizia Locale nella cui collana è stato inserito il volume. L’evento condotto dal giornalista Giuseppe Cellura, del quotidiano La Sicilia e direttore responsabile del giornale on line Licatanet.it  ha visto la presenza del sindaco della città, Angelo Balsamo, dell’assessore alla cultura, Giusy Marotta, del Dirigente del Dipartimento Affari Generali, Pietro Carmina, dello psicoterapeuta, Nuccio Peritore e del poeta locale Lorenzo Peritore. Tanti gli applausi del pubblico che hanno scandito la qualità degli interventi. Soddisfattissimo Francesco Pira che è esperto di comunicazione istituzionale (disciplina che insegna anche all’Istituto universitario salesiano di Mestre e Verona ed è Consigliere Nazionale dell’Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica) che ha raccontato come ai vigili urbani lo lega un affetto particolare. “Mio papà – ha detto il sociologo – è stato a Licata assessore alla Polizia Urbana e spesso lo seguivo in riunioni ed incontri”. Francesco Pira, che partecipa alla Campagna Posto Occupato, per non dimenticare le donne vittime della violenza, ha anche ricordato nel giorno del ventunesimo anniversario della more del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta il magistrato palermitano. “Lo intervistai poco prima del suo ultimo trasferimento a Palermo. Gli chiesi se aveva paura e mi rispose di si. Presentazione licata polizia locale il pubblico (640x359)Capii da quelle poche parole quanto era grande quest’uomo, un simbolo per tutti noi”. Incalzati dalle domande del giornalista Giuseppe Cellura tutti gli interventi hanno riconosciuto la validità del lavoro di Pira e della Gamberini. “Francesco Pira – ha dichiarato il sindaco Balsamo – da tanti anni segue il rapporto tra Comunicazione istituzionale e Politica e social network. Siamo orgogliosi dei successi di un licatese e siamo felici che oggi Licata possa presentare il lavoro di ricerca di un suo figlio”. Apprezzamenti anche dall’assessore alla cultura, Giusy Marotta. L’importanza del lavoro dei vigili urbani è stato ribadito da Carmina, mentre la necessità di ritrovare il senso della comunità locale da Nuccio Peritore. Divertenti e toccanti i due interventi del poeta dialettale Lorenzo Peritore che ha recitato la poesia di Gianni Rodari “Il vigile urbano”, quella del poeta saccense Ignazio Russo “Lu scecu” e quella che ha scritto per l’occasione in vernacolo licatese “u cuncursu”. “La mia città – ha concluso l’autore del libro Francesco Pira – mi ha regalato momenti bellissimi e di grande emozione. Mi sento di ringraziare tantissimo tutti i relatori ed il responsabile della biblioteca, Riccardo Florio. Presentazione licata polizia locale Intervento Francesco Pira (640x359)Tornare da autore nel luogo dove ho svolto tante ricerche e preso in prestito tanti libri è stato molto bello”. Si tratta della terza presentazione del volume dopo l’anteprima nazionale a Modena, e dopo la presentazione in esclusiva per la Toscana a Pistoia nella biblioteca più grande della regione.