Il volume “Bruno Pizzul. Una voce nazionale”  scritto da Franceso Pira e Matteo Femia per Fausto Lupetti Editore è stato presentato ieri a Gela nel corso di un evento, organizzato dalle Librerie Randazzo e dalla Rivista “Tensivamente” . Ha introdotto e condotto la serata la giornalista  Lorena Scimè. Sono intervenuti i giornalisti Fabrizio Parisi (Giornale di Sicilia) e Peppe D’Onchia (Direttore Tg10), Don Giuseppe Fausciana (sacerdote e docente del Liceo Eschilo) e Francesco Greco (Presidente Macchitella Calcio). Ne hanno discusso con uno degli autori, Francesco Pira, sociologo e giornalista siciliano (originario di Licata), docente di comunicazione e relazioni pubbliche all’Università di Udine. Il volume scritto da Pira e Femia, ricordato Lorena Scimè,  ha già avuto un primo importante riconoscimento. Il prossimo 24 settembre a Crema riceverà il “Premio Scorsetti” riconoscimento per la letteratura sportiva, già assegnato negli anni scorsi agli autori dei libri su Cesare Prandelli, Antonio Cabrini, Giacinto Facchetti e Tito Stagno. Francesco Pira ha ringraziato tutti i presenti anche a nome dell’altro autore Matteo Femia ed evidenziato come un pubblico così numeroso, attento e curioso non fa altro che confermare la bontà di un progetto che ha un fine sociale: devolvere i diritti d’autore alla Fondazione Stefano Borgonovo che si occupa delle persone affette da SLA.