Tributi azzerati a Licata per sostenere commercianti e artigiani in questo difficilissimo momento. A spiegare i dettagli è il Sindaco Pino Galanti.

L’Amministrazione Comunale di Licata è attivissima nel sostegno a chi, dopo due mesi di chiusura provocata dal Coronavirus, è letteralmente in ginocchio, ma vuole ripartire.

“Abbiamo varato – annuncia il sindaco Pino Galanti –, anche in seguito al confronto con le categorie produttive, un pacchetto di aiuti alle aziende della nostra città. Ma questo è solo l’inizio. Stiamo studiando anche alcune altre misure utili alla ripresa dell’economia cittadina”.

Ecco, nel dettaglio, la “road map” dell’Amministrazione Comunale.

1) E’ stato deciso di concedere l’esenzione, a commercianti e artigiani, della Tari e della Tosap per il periodo in cui le attività sono rimaste chiuse ed anche per il mese successivo alla riapertura. Misura da estendere anche agli ambulanti del mercato ortofrutticolo che, su concessione, utilizzano aree pubbliche.

2) Abbiamo incaricato gli uffici competenti di redigere un progetto che vada in due direzioni: realizzare l’ampliamento degli spazi occupati da bar e ristoranti con tavoli, sedie ed altre attrezzature, esentando le aziende dal pagamento della Tosap per questi nuovi spazi. E realizzare, ove la viabilità lo consente, nuove Zone a Traffico Limitato. Ciò renderà più semplice il necessario distanziamento sociale.