cna_logo1Riceviamo e pubblichiamo.

Giovedì 25 luglio è stata convocata l’ Assemblea Quadriennale CNA per il rinnovo del direttivo e per l’elezione del nuovo Presidente della CNA di Licata. All’assemblea sono intervenuti, oltre alle imprese, i rappresentanti dell’organizzazione sia locale che provinciale. Dopo una serie di interventi, si è proceduto alla nomina del nuovo direttivo e del nuovo presidente cna di Licata. L’assemblea ha accolto all’unanimità e con soddisfazione la proposta fatta dagli organi provinciale, eleggendo nuovo presidente il Signor Caico Pietro. Questi, dopo un commosso ringraziamento ha esposto gli obbiettivi che si è prefissato al fine di aiutare e sostenere le imprese che la CNA  rappresenta, cercando di portare un rinnovamento  all’attività già svolta. L’economia licatese in questi anni ha attraversato ed ancora attraversa un momento difficile e  l’introduzione dell’ IMU ha dato un duro colpo. Infatti,  la CNA, facendosi portavoce delle preoccupazione delle imprese, invitava l’amministrazione a non gravare maggiormente la pressione fiscale, chiedendo l’applicazione al minimo dell’aliquota. Purtroppo le richieste non sono state ascoltate ed infatti il neo Piero Caicopresidente, subito dopo l’elezione, ha dichiarato che si farà portavoce di tutti, portando avanti battaglie,  a sostegno delle imprese quali:

specifici interventi sull’  imu sui beni immobili strumentali;

convenzioni con i comuni sulle spese di gestione per le pratiche di finanziamento,  relativamente all’accesso al credito;

e tutta una serie di attività volte ad aiutare le imprese in questo momento difficile.

Adesso lo sconforto aumenta e l’aspettativa di un miglioramento sembra lontana, ma la CNA, con i poteri sindacali e politici da una parte e con l’appoggio delle imprese dall’altra, ritiene che potrà riuscire a dare un contributo all’economia di  Licata auspicandosi che con la nuova amministrazione comunale si possa portare avanti   un progetto,  volto alla   crescita e allo   sviluppo della città di Licata.