1461830_10201155587677134_1765397484_nIl Partito Democratico locale, a seguito delle notizie di stampa pubblicate il 26 gennaio 2014 secondo cui le Ferrovie dello Stato scommettono sullo scalo aeroportuale palermitano e non su quello di Comiso prevedendo un investimento considerevole per potenziare la tratta Agrigento – Punta Raisi e non prevedendo, per il momento, nessun investimento e nessuna potenziamento sulla tratta Licata – Gela – Comiso, ha chiesto alla deputazione nazionale di intervenire per avere chiarimenti circa i reali progetti di Ferrovie per il nostro territorio. Pertanto, il deputato del Partito Democratico Tonino Moscatt, ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi sulle reti ferroviarie siciliane, ed in particolare sui collegamenti viari e ferroviari nel tratto Licata – Gela – Comiso. Per Moscatt, come si apprende dal contenuto dall’interrogazione: “I collegamenti nei pressi di porti ed tonino_moscatt1aeroporti, sono decisamente carenti e fortemente penalizzanti per l’utenza che si affida al sistema dei trasporti pubblici”. “Con riferimento alla rete ferroviaria, la lentezza e la carenza di collegamenti diretti, tra gli aeroporti ed i principali centri di interesse – continua Moscatt – risulta assai penalizzante nell’ottica di un rilancio strategico della regione e dei territori limitrofi agli aeroporti. L’inadeguatezza delle infrastrutture ferroviarie produce disservizi e difficoltà nello sviluppo di importanti opportunità turistiche, commerciali e lavorative. Anche se pare che la società che gestisce le ferrovie effettuerà importanti investimenti per il potenziamento della rete ferroviaria che collega anche gli aeroporti, tuttavia non sembra che vi siano investimenti riguardanti il tratto ferroviario Licata-Gela-Comiso, linea che risulta di particolare rilievo strategico per i territori interessati e situati vicino al nuovo aeroporto di Comiso. Un’omogenea ed efficiente distribuzione dei collegamenti ferroviari, rispetto anche ai diversi aeroporti, risulta di vitale importanza per lo sviluppo parallelo delle diverse località siciliane e per favorire al contempo un equilibrato rapporto di concorrenza tra le diverse offerte di collegamento aereo. Anche per questo – conclude il parlamentare Pd – ho chiesto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti se sono effettivamente previsti investimenti per il potenziamento della rete ferroviaria Licata – Gela – Comiso e siciliana; se, ove previsti tali investimenti, riguardano i collegamenti con gli aeroporti e nello specifico l’aeroporto di Comiso; se non ritiene in ogni caso di intervenire per il potenziamento dei collegamenti della rete viaria e ferroviaria che collega strategicamente i porti, gli aeroporti ed i principali centri della Regione siciliana”. Ricordiamo che l’Amministrazione Comunale, pur avendo convocato qualche mese fa una conferenza di servizi non ha minimamente inciso sulle scelte di Ferrovie e pertanto rinnoviamo l’invito ad adoperarsi per rappresentare le istanze di sviluppo di questo territorio.

Il Segretario cittadino – Massimo Ingiaimo