Un gruppo di genitori di studenti palmesi che frequentano il plesso scolastico Livatino ha scritto alle istituzioni scolastiche e a quelle comunali per chiedere la celere riapertura della scuola.

Vi scriviamo a nome di un gruppo di genitori i cui bambini frequentano il plesso “Livatino” appartenente all’ Istituto G.M. Tomasi di Palma di Montechiaro.
Il plesso in questione è oggetto di lavori di ristrutturazione, ed in conseguenza di ciò la struttura è stata chiusa subito dopo le vacanze, all’ incirca giorno 10 gennaio.
Subito dopo la chiusura del plesso ai genitori è stato detto, tramite messaggi delle insegnanti mai con comunicazioni ufficiali, che le classi sarebbero state trasferite alla scuola ex ECA prima, poi alla Tomasi ed in fine al villaggio Giordano.
In sostanza per concludere, i bambini del plesso Livatino, hanno dal 10 gennaio frequentano per una settimana il plesso Tomasi e per il resto sono rimasti a casa, come se non fossero bastati due mesi di chiusura tra novembre e dicembre.
Chiediamo quindi, al Sindaco e all’assessore al ramo dr. Lauricella di conoscere le ragioni di tali ritardi nella riapertura delle classi e di sapere altresì quando i bambini del plesso Livatino potranno tornare a scuola e dove.
Aggiungiamo e ci chiediamo infine, non sarebbe stato più opportuno, in vista della consegna della struttura ” Livatino” alla ditta responsabile dell’appalto, che ci si preparasse durante i mesi di chiusura della scuola a questo passaggio?
Per quale motivo il dirigente non ha reputato opportuno comunicare ai genitori in maniera ufficiale, con circolari indirizzate ai genitori per esempio?
Perché devono essere sempre i fruitori del servizio, in questo caso i bambini e le famiglie, a pagare per la lentezza delle istituzioni?
Chiediamo che si trovi immediatamente una struttura che ospiti le classi del plesso Livatino e
auspichiamo infine, che presto i bambini possano ritornare a scuola e possa essere assicurato loro il diritto allo studio ed alla socialità.