torrette bagniniParte oggi il servizio di vigilanza in spiaggia che nelle settimane scorse è stato oggetto di polemiche e di una interrogazione da parte del vicepresidente del consiglio comunale Giulio Castellino e dei consiglieri Mafalda Rumè e Calogero Malluzzo.

A gestire il servizio sarà la società cooperativa La Mediterranea di Salvatore Brancato.

“Il servizio è partito quest’anno con fortissimo ritardo – ci ha ha riferito Brancato -. Nel mese di luglio, quando il mare e’ stato calmo, la mancanza del servizio si è sentita sopratutto dal punto di vista del primo soccorso in spiaggia (piccole ferite, tagli e meduse). A fine luglio con l’arrivo del vento di maestrale più volte si è sfiorata la tragedia a Ciotta poiché in spiaggia è venuta a mancare la prevenzione, con il costante richiamo che è la base del nostro servizio e che negli anni ha evitato tragedie che prima avvenivano regolarmente. Il nostro mare – continua Brancato – è, infatti, bellissimo ma anche molto pericoloso per i forti venti e correnti, non a caso è meta di numerosi surfisti”

Questi i consigli di Brancato per vivere il mare in assoluta sicurezza: “Non fare il bagno se non si è in perfette condizioni psico-fisiche e prima che siano trascorse 3 ore dai pasti, non buttarsi dagli scogli e non allontanarsi troppo dalla spiaggia se non si è buoni nuotatori”.

Luigi Arcadipane