COMUNE FACCIATA (Custom)Si è svolto in un clima sereno, come raramente avvenuto nella passata legislatura, la seconda seduta del consiglio comunale. Nessuno scontro tra maggioranza e opposizione, nessuna polemica, fatta eccezione per quella avutasi, per altro in un clima rimasto cordiale, tra il sindaco Pasquale Amato e il consigliere Giulio Castellino, sull’opportunità di firmare le interrogazioni con l’appellativo di vicepresidente del consiglio.

L’unica vera polemica è stata quella che ha visto presa di mira il commissario straordinario Rosa Inzerilli, attaccata dal sindaco e da alcuni consiglieri per aver approvato lo schema di statuto comunale, in piena campagna elettorale, e per aver ridotto il gettone di presenza del 50% e delle indennità del 20%. Su quest’ultimo punto, il sindaco Amato ha parlato di attacco al consiglio comunale per una mera riduzione di costi, mentre il consigliere Rosario Bruna ha sollevato una questione di legittimità del provvedimento, in quanto non sarebbe stato rispettato il minimo previsto dalla legge.

Dalle risposte del sindaco alle interrogazioni presentate dai consiglieri 2 buone notizie: dal 2014 dovrebbe nascere a Palma una sezione distaccata della scuola alberghiera di Licata, cui va aggiunto che a breve, dopo il collaudo delle opere, dovrebbe avere luogo il trasferimento della biblioteca nei locali già pronti di piazza Matteotti.

In apertura, il capogruppo di Prima di tutto Palma, Calogero Alotto, ha chiesto ed ottenuto che fosse inserito un ordine del giorno da inoltrare ai governi e parlamenti nazionali e regionali a sostegno dell’agricoltura palmese colpita dal nubifragio. “Nonostante l’azione meritoria della amministrazione comunale, ritengo necessario che il consiglio si pronunci per cercare di ottenere finanziamenti”.

Nominata anche la commissione elettorale: ne faranno parte i consiglieri Melina Ruffino, Mariaconcetta Inguanta e, per l’opposizione, Rosario Incardona.

Luigi Arcadipane