Saranno 100 i fruitori del reddito di cittadinanza che inizieranno a svolgere delle attività di pubblica utilità. Di questi circa una trentina ha iniziato il proprio lavoro già negli scorsi giorni. Dei fruitori già al lavoro 5, su iniziativa dell’amministrazione Castellino e in particolar modo degli assessori Salvatore Lauricella e Lorenzo Pace, sono stati assegnati alla società Palma Ambiente per svolgere attività di spazzamento, raccolta dei rifiuti e pulizia delle aree verdi.

A questo risultato si è arrivati anche grazie all’iniziativa, partita nell’ottobre del 2019, del consigliere comunale pentastellato Massimo Amato, che aveva chiesto al Comune di accedere alla piattaforma GePi per conoscere i nominativi di coloro che stavano ricevendo a Palma il sussidio che, fino a quel momento, per motivi legati al rispetto della legge sulla privacy, non potevano essere noti. I progetti attivati, ognuno dei quali interesserà 25 percettori, sono 4: “Insieme”, che riguarda la manutenzione e la riparazione delle strade e delle aree verdi e la pulizia degli uffici comunali; “Collettività”, che prevede il supporto a servizi tecnico-professionali in aree di competenza comunale quali, ad esempio, servizi tributari e finanziari, servizi al cittadino, biblioteca; “Palma pulita”, consistente in lavori di pulizia delle vie e delle aree a verde, tinteggiatura di panchine, muri e abbellimento della città; e “Con te”, ossia il servizio in favore di persone anziane e disabili, per il disbrigo pratiche, il supporto all’igiene e alla cura della persona. La collocazione dei percettori è stata effettuata dopo avere svolto dei colloqui individuali, finalizzati proprio ad individuare il progetto più attinente alle qualifiche e caratteristiche personali di ciascuno. I fruitori del Reddito di cittadinanza saranno impegnati per 8 ore settimanali per un totale di 10.392 ore in un anno.
Luigi Arcadipane