La direzione sanitaria dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso ha chiesto l’accorpamento di quattro reparti nel mese di Agosto per carenze di personale. Le unità operative in questione sono Ostetricia e Pediatria, Cardiologia e Medicina Generale. Le note sono già state inviate alla direzione aziendale e ai vari reparti. Alla base della clamorosa decisione del direttore sanitario Asaro c’è l’impossibilità di “garantire un’adeguata turnazione visto che sono stati già effettuati degli spostamenti di personale infermieristico in favore delle quattro unità operative ma che risultano comunque insufficienti”. Da lì, la richiesta “di accorpare funzionalmente le quattro unità operative per il mese di Agosto per ottimizzare l’utilizzo delle risorse”. Vengono forniti anche dei dati per “giustificare” la richiesta di accorpamento dei quattro reparti: nelle ultime giornate i numeri dei ricoveri risultano essere 12 per la Medicina, 2 per la Cardiologia, 8 per Ostetricia e 3 per Pediatria. “Nell’eventualità di un accoglimento della richiesta di accorpamento – si legge ancora nelle note inviate dal San Giacomo d’Altopasso alla direzione aziendale – due sale di degenza di Medicina e due di Ostetricia potrebbero essere destinate a degenza per Cardiologia e Pediatria, ed il personale infermieristico ed ausiliario utilizzato in ragione della nuova temporanea disposizione”. La nostra impressione è che si tratti di misure da ultima spiaggia. La carenza di personale c’è ormai da tempo e qualche giorno fa il problema è stato sottoposto all’Asp di Agrigento anche dalla CGIL. Adesso questo nuovo capitolo con il nero su bianco messo dalla direzione sanitaria del San Giacomo d’Altopasso e la richiesta di accorpamento per il mese di Agosto di quattro reparti per carenze organiche. Ad Agosto sono programmate oltretutto anche le ferie e quindi la situazione è destinata giocoforza a farsi ancora più complicata.