Pubblicità

Sarà il noto architetto Massimiliano Fuksas a chiudere il ciclo di eventi organizzati, nel corso dell’anno, dall’Ordine degli architetti di Agrigento e dalla Fondazione Architetti nel Mediterraneo, per celebrare il centenario della fondazione degli Ordini degli architetti italiani, con una lectio magistralis sul tema “Zero Gravity” in programma venerdì 1° dicembre prossimo, alle 15:30, nella sala Zeus del museo archeologico Pietro Griffo.

Fuksas è noto per le tante opere di architettura progettate e realizzate nel mondo come, ad esempio, la Nuvola di Roma, la Fiera di Milano, l’aeroporto cinese di Shenzhen e tante altre opere che tengono alto il valore dell’architettura italiana nello scenario internazionale.

“È per noi un grande onore – afferma il presidente dell’Ordine, Rino La Mendola – ospitare una lectio magistralis di uno degli architetti italiani più noti al mondo, che ci coinvolgerà sull’innovativo principio di gestione dello spazio metropolitano Zero Gravity, principio che, attraverso l’espansione verticale, permette ai cittadini di muoversi nell’ambiente metropolitano nelle tre dimensioni (in alto, in basso o attraverso), limitando gli sprechi di tempo, riducendo il traffico cittadino e, soprattutto, il consumo di suolo”.

Questo principio innovativo è stato già sperimentato dallo stesso Studio Fuksas a The Line, l’avveniristica metropoli verticale che sorgerà in Arabia Saudita per ospitare 9 milioni di persone.

Dopo la lectio magistralis, il celebre architetto sarà intervistato dal critico e storico dell’architettura contemporanea Luigi Prestinenza Puglisi.

A conclusione della giornata, Massimiliano Fuksas riceverà il premio “Compasso d’Oro”, istituito dall’Ordine di Agrigento proprio in occasione del centenario della fondazione degli Ordini degli Architetti italiani.

“Nel corso dell’evento – conclude La Mendola – non mancheranno nuovi stimoli e nuovi spunti a supporto del progetto di costituzione di una biennale di arte e architettura nella Valle dei templi, in occasione della nomina della città di Agrigento a “Capitale Italiana della Cultura 2025”.

L’evento è patrocinato dal Parco Valle dei Templi, dal Comune di Agrigento, dal Polo Universitario di Agrigento e dalla Consulta Regionale degli Ordini degli architetti della Sicilia.