20151016_102416I dipendenti del cantiere di Licata della Dedalo Ambiente incrociano le braccia. La serrata proseguirà anche domani. Alla base della protesta, il mancato pagamento dello stipendio di settembre, dello straordinario arretrato e del premio di produttività. A rappresentare i lavoratori, il segretario provinciale della Cgil Enzo Iacono. “E’ una situazione che si protrae da molti anni – le sue parole – con i lavoratori sempre più esasperati. Il problema – prosegue il sindacalista – è tra la Dedalo e il Comune di Licata, il quale è socio di maggioranza. Noi vogliamo che l’amministrazione possa farsi carico di questa situazione e insieme vedere di risolvere il problema”.

La versione di Palazzo di Città è però diametralmente opposta ed è stato il sindaco a farci sapere che “è stato effettuato alla Dedalo il pagamento della fattura di settembre. Noi paghiamo anticipatamente le fatture, abbiamo già pagato quella del mese di settembre e gli stipendi agli operai vengono pagati per cantiere. Siamo intervenuti con un’anticipazione di cassa di 9 milioni di euro, siamo in regola con il pagamento delle fatture, dovremmo pagare anticipatamente il mese di ottobre “.