truisiSvolta nelle indagini per l’omicidio del fabbro licatese Angelo Truisi, scomparso il 2 gennaio scorso e poi trovato cadavere a distanza di venti giorni in una villetta abbandonata di Contrada Nicolizia. Gli agenti della squadra mobile di Agrigento, coordinati dal dottore Giovanni Minardi, nella notte hanno tratto in arresto tre persone. Si Tratta di Angelo Cannizzaro, 20 anni, Diego Catania, 22 anni e Salvatore Gueli, 40 anni (nato a Gela) tutti di Licata. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, alla base dell’omicidio ci sarebbe stato un traffico di sostanze stupefacenti con Angelo Truisi che sarebbe stato punito in seguito a dei debiti. L’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei tre è stata emessa dal Gip del tribunale di Agrigento Francesco Provenzano su richiesta del procuratore Carlo Cinque.