truisiAccogliendo la tesi difensiva dell’avvocato, il Tribunale del Riesame di Palermo ha rimesso in libertà Angelo Cannizzaro, uno dei tre arrestati con l’accusa di essere i presunti omicidi di Angelo Truisi, il giovane fabbro licatese scomparso lo scorso 2 gennaio e il cui cadavere è stato ritrovato alcune settimane dopo in avanzato stato di decomposizione all’interno di una villetta sul mare di Contrada Nicolizia. Gli altri due arrestati sono Diego Catania e Salvatore Gueli.