“Nonostante gli appelli, le manifestazioni politiche e dei cittadini e i numeri incontrollati di sbarchi in provincia di Agrigento e in tutta la Sicilia, il Governo continua a prendere in giro gli italiani. Oggi l’avviso per la ‘presentazione di manifestazioni di interesse per il servizio di noleggio di unità navali battenti bandiera italiana e/o comunitaria funzionali all’assistenza e sorveglianza sanitaria dei migranti soccorsi in mare o giunti sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi nell’ambito dell’emergenza relativa al rischio sanitario da agenti virali trasmissibili’ pubblicato dal Ministero dei Trasporti; la manifestazione di interesse, entro le 24 del 16 luglio, cioè appena tre giorni.
La spesa prevista è pari a 4.037.475,00 più Iva per la permanenza a bordo di 285 persone, di cui 250 migranti, per un periodo di 101 giorni: ovvero, circa 40 mila euro al giorno, 160 euro per migrante, ben 4.800 euro al mese a spese dei cittadini. Questo, mentre gli italiani non hanno visto i soldi della cassa integrazione, hanno ricevuto aiuti inadeguati, e della promessa ‘potenza di fuoco’ di Conte non si vede nemmeno l’ombra, il Governo dei porti spalancati continua a ignorare i siciliani, stanchi della situazione oramai intollerabile. L’ennesima scelta scellerata di un Governo incapace di chiedere all’Europa una gestione efficace del fenomeno migratorio, attraverso un blocco navale nel Mediterraneo centrale e che fa pagare ai cittadini il peso della propria incapacità”.

Lo afferma l’europarlamentare della Lega Salvini Annalisa Tardino.