COMUNE FACCIATA (Custom)Martedì scorso un violento nubifragio si è abbattuto su gran parte della Sicilia, colpendo anche la nostra città.

Il temporale, oltre ad otturare vari tombini e rovesciare detriti in gran parte del centro storico, ha divelto il manto stradale di diverse vie cittadine e colpito gravemente il nostro comparto agricolo, compromettendo la prossima vendemmia.

Per questo motivo il sindaco Pasquale Amato ha richiesto lo stato di calamità alla Regione Sicilia.

I produttori agricoli potranno segnalare i danni subiti dalle loro aziende tramite l’Ufficio URP, di cui è responsabile Matteo Bordino, o presso gli agronomi ed associazioni di categoria.

Si porta a conoscenza della città – ha dichiarato Amato – che nella mattinata successiva al temporale sono venuti a Palma, per la ricognizione delle zone colpite dalla grandinata, due tecnici dell’ispettorato agricoltura di Agrigento, i dottori Di Francesco e Scalzo, e dopo l’incontro in comune abbiamo sollecitato l’Assessorato Regionale delle Risorse Agricole per decretare l’anticipazione del periodo vendemmiale, portando a conoscenza la cantina sociale che pare abbia deciso di aprire il 2 settembre, per salvare quanto più prodotto possibile”.

Totò Lombardo