Operatori ecologici del cantiere di Licata senza stipendi. Non sono state ancora saldate le spettanze di Giugno e, come afferma la CGIL, “i lavoratori si trovano in difficoltà nel soddisfare le esigenze primarie delle rispettive famiglie”.

La stessa organizzazione sindacale chiede “al Comune di sostituirsi alle ditte per il saldo degli stipendi secondo quanto prevede la legge”.

Come noto, i netturbini del cantiere di via Umberto II di Licata sono in stato di agitazione ormai da settimane a causa della ormai cronica carenza di garanzie sul proprio futuro professionale.