Pubblicità

foto ormeggi 2-400Sarà presentata questa mattina l’istanza per ottenere l’autorizzazione provvisoria per l’ormeggio delle barche a Marina di Palma. A fine aprile l’Amministrazione comunale aveva incontrato il Direttore generale del Demanio provinciale, Michele Zambuto, e il Comandante della Capitaneria di Porto di Licata, Luca Montenovi. Nel corso dell’incontro erano state individuate due aree per l’ormeggio delle imbarcazioni da diporto che fossero compatibili con il Piano regolatore portuale e il Piano di utilizzo del Demanio marittimo. Si tratta della spiaggetta prospicente piazzale Antille e del porticciolo turistico, ma solo nella zona sottostante il molo così da lasciare la rimanente porzione della spiaggia alla disponibilità dei bagnanti. A oltre due mesi da quell’incontro nessuna autorizzazione era ancora pervenuta al Comune, ragione per la quale il Sindaco Pasquale Amato si è recato a Palermo per incontrare  il Dirigente regionale del Demanio, dottor Di Martino, per cercare di sbloccare il faticoso iter burocratico. Al termine dell’incontro Amato e Di Martino hanno concordato di avviare una procedura eccezionale, consistente nell’autorizzazione provvisoria di utilizzo per una durata di trenta giorni che possano essere prolungati di ulteriori trenta. L’Assessore Dario Augugliaro presenterà in mattinata la documentazione necessaria. L’autorizzazione provvisoria è attesa entro pochi giorni, probabilmente alla fine della prossima settimana.  La regolamentazione dell’ormeggio delle imbarcazioni da diporto a Marina di Palma va incontro sia alle esigenze dei bagnanti, che non dovranno più convivere con il fastidioso passaggio delle barche nelle zone da essi frequentate, sia per i diportisti che non rischieranno più  di subire la salata multa per l’ormeggio senza autorizzazione della propria imbarcazione. La fruibilità delle spiagge nella borgata marinara della città del gattopardo dovrebbe poi migliorare anche attraverso un’azione di contrasto del parcheggio delle automobili fino a pochi metri dalla battigia. La Capitaneria di Porto di Licata ha, infatti, autorizzato la Polizia Municipale a elevare contravvenzioni anche nei confronti delle autovetture parcheggiate sulle spiagge.