afadi mare libero (Small)E’ partito lo scorso primo luglio il progetto Mare Libero rivolto ai diversamente abili del centro sociale A.Fa.Di.che, anche quest’anno, si svolge presso il lido del Trampolino a Marina di Palma.

La novità di quest’anno è data dal fatto che 17 tirocinanti che, conseguiranno l’attestato del corso O.S.A., si affiancheranno, fino al 16 luglio, agli operatori del centro sociale. Il progetto, invece, proseguirà fino alla fine di agosto e si svolgerà nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì.

La sfida è portare la persona disabile a vivere il contatto diretto con il mare come un’esperienza da condividere con compagni, in un clima di arricchimento personale enorme e non riproducibile.

Le attività in progetto hanno diversi obiettivi: favorire l’inclusione sociale dei giovani affetti da disabilità; migliorare le risorse residue dei destinatari sia dal punto di vista emotivo che cognitivo e relazionale, attraverso interventi educativi mirati; rafforzare l’autostima dei partecipanti.

Il programma prevede: attività ludico-sportive, sia per promuovere il benessere fisico che quello psicologico, attraverso il miglioramento delle capacità motorie e sensoriali; attività ricreative e di intrattenimento che costituiscono opportunità per vivere appieno la realtà, ridurre il più possibile le distanze tra i destinatari e il tessuto sociale cui appartengono, arricchire il bagaglio di esperienze dei partecipanti e favorire in generale il benessere psichico, così da ridurre situazioni di crisi e tensione; osservazione della natura e riproduzioni di libere espressioni pittoriche e fotografiche.

I disabili vengono prelevati e riportati direttamente nelle proprie abitazioni con il bus dell’associazione di un volontario dalla stessa.

Il progetto, iniziato circa 10 anni fa, è stato redatto dalla psicologa Margherita Amico, attuale assessore ai servizi sociali.

Totò Lombardo