La CGIL chiede un incontro urgente al Sindaco Pino Galanti per porre in evidenza la condizione in cui si trovano ad operare i dipendenti dell’Ufficio Patrimonio dopo il trasferimento in altri locali. A scrivere è il coordinatore provinciale Pietro Aquilino.

La scrivente O.S. è venuta a conoscenza che l’Ufficio Patrimonio, a ridosso delle vacanze natalizie, è stato costretto a lasciare liberi i locali dove era allocato, per essere trasferito in locali insalubri, freddi ed umidi, già utilizzati da Riscossione Sicilia, Ente che, ancora oggi, ha in disponibilità parte degli stessi.
La superiore decisione potrebbe essere stata presa, non considerando le difficoltà che tale trasferimento avrebbe procurato ai dipendenti addetti al servizio e le negative conseguenze che la cittadinanza avrebbe avuto nella momentanea sospensione del servizio, causata dalle difficoltà incontrate nel tentativo di rendere operativo il nuovo Ufficio.
Si tiene a precisare che i locali oltre ad essere igienicamente deficitari, non sono dotati di:
1. adeguato impianto di riscaldamento;
2. collegamento Internet;
3. linea telefonica;
4. postazioni telematiche (Assenza di Computer).

A tutto ciò bisogna aggiungere che l’Ufficio Patrimonio, già ridotto ai minimi termini di personale assegnato (due precari Cat. “C” a 18 e 24 ore e una Cat. “B” a tempo pieno, senza capo ufficio), a fronte del nutrito carico di lavoro e numerosissime competenze, secondo il nostro modestissimo parere, non avrebbe mai dovuto subire tale trattamento. 2

Della già descritta preoccupante situazione, gli impiegati hanno più volte segnalato le criticità dell’Ufficio, all’Amministrazione e al Dirigente, senza registrare alcuna risposta, né tantomeno un minimo di attenzione.
Si avverte che tutte le inadempienze fin qui accumulate non sono da addebitarsi ai lavoratori, bensì a chi si è assunto la responsabilità di questa inopportuna iniziativa.
Per quanto sopra, nell’interesse supremo dei dipendenti, questa O.S. con la presente, chiede l’immediato trasferimento dell’Ufficio in locali strutturalmente idonei e rispettosi delle norme che salvaguardano la sicurezza e la salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro