Sarà ballottaggio tra Bersani e Renzi, secondo le previsioni. Domenica prossima il segretario del Pd (44,3%) e il sindaco di Firenze (36,2) si sfideranno per la premiership del centrosinistra. A Nichi Vendola, governatore della Puglia e leader di Sel, sono andati il 15,2% dei consensi. In Sicilia vince Bersani con più del cinquanta per cento dei voti: risultato che ha fatto esultare il segretario regionale Lupo. Significativo il voto di Licata dove Matteo Renzi ha vinto largamente: 646 voti contro i 250 di Bersani, i 79 di Vendola, i tre della Puppato e i due di Bruno Tabacci, assessore al bilancio della giunta Pisapia a Milano. Dall’urna del chiostro San Francesco, che ha registrato un’affluenza di 983 votanti, sono uscite anche una scheda nulla e una bianca. Sono state pure nella nostra città primarie esemplari per correttezza politica. Il confronto pubblico tra le varie anime del centrosinistra è stato praticamente assente nel primo turno: e questa è probabilmente la causa che ha impedito di raggiungere la soglia di almeno mille partecipanti, che non sarebbe certo dispiaciuta alle aspirazioni di uno schieramento che si pone come alternativa di governo della città. E se questa è la forza del centrosinistra a Licata ci sarà molto da lavorare nei prossimi mesi per costruire alleanze amministrative vincenti e con un programma politico che dia speranze e fiducia alla città. È venuto Renzi a rendere pubblica la sua “riscrittura” dell’Italia, ma non lo stesso impegno pubblico c’è stato da parte delle altre componenti. Speriamo, almeno nella settimana del ballottaggio, di vedere un confronto serrato sulle posizioni in campo. Buono comunque il risultato elettorale del Rottamatore, che è un’indicazione precisa sugli uomini (quelli che l’hanno sostenuto) su cui puntare per un discorso innovativo e moderno utile all’Italia e, se non ci saranno divisioni interne, utile pure al futuro politico e amministrativo di Licata. Almeno nella capacità di mettere in campo una coalizione in grado di giocarsi concretamente le proprie carte per la successione al sindaco Graci.