Una gara rocambolesca al Franco Scoglio, dove il Licata quasi al fotofinish cede l’intera posta in palio all’ACR Messina. Per la prestazione offerta, i gialloblu meritavano un pareggio ma il match si conclude con il risultato di 3 – 2 a favore dei peloritani. Una boccata d’ossigeno per la formazione messinese che si allontana un po’ dalla zona playout. Dopo appena un minuto apre le marcature Arcidiacono che dai 25 metri la deposita sotto il sette. Al 12’ ottiene il Licata un rigore che Cannavò non riesce a depositare in rete. Forse tradito dall’emozione di giocare contro la squadra della sua città natale. Però dieci minuti più tardi, riesce a siglare la sua quattordicesima rete in campionato. Infatti con un tiro a mezza altezza, lascia immobile il portiere di casa Avella che vede la palla insaccarsi. Dopo cinque minuti la formazione licatese si porta in vantaggio con Convitto che rimonta la rete iniziale. Nella ripresa il possesso palla è perlopiù dei messinesi che cercano di pervenire al pareggio. Si mantengono alti e trovano dopo un paio di occasioni create la rete che ristabilisce l’equilibrio del punteggio. La rete porta la firma di Arcidiacono che al minuto 28’ mette a segno una personale doppietta. Bisogna aspettare l’88’ per assistere all’autogol di Ingrassia che chiude definitivamente la sfida.

Salvatore Cucinotta