Pubblicità

E’ un bel racconto quello che ci arriva da Gero La Cognata e che, in tempi di giudizi sommari a mezzo social su Licata a cui stiamo assistendo in queste ore da presunte food blogger, elogia la città a pochi giorni dalla conclusione delle Feste di Maggio. Un imprenditore lampedusano, Giuseppe Tuccio, ha visitato infatti la città durante i festeggiamenti patronali. Ecco il racconto.

“Voglio iniziare con una piacevole sorpresa fattami dal mio carissimo amico e imprenditore di Lampedusa, Giuseppe Tuccio, che avevo conosciuto tempo addietro a Malta e che, facendomi una bellissima sorpresa, ha deciso di passare 10 giorni a Licata – ci racconta Gero – Partiamo dal fatto che lui doveva inizialmente scendere per una settimana (dal 23 aprile al 30) a Licata e poi ha prolungato la sua permanenza fino al 6 maggio. In questi giorni, per la prima volta nella sua vita, Giuseppe ha assistito a tutto quello che il periodo delle bancarelle rappresenta per noi del posto: Sapori, allegria, gente in giro a tutte le ore, cordialità ai massimi livelli (anche il proprietario del b&b dove ha soggiornato, gli ha dato disponibilità immediata a prolungare il suo soggiorno a prezzo davvero minimi per le feste in corso)”.

L’OSPITALITA’ LICATESE E LA FESTA DI SANT’ANGELO
“È stato ospitato dalla mia famiglia ancor prima che io arrivassi a Licata senza che neanche lo conoscessero – continua il racconto di Gero La Cognata – Ha preso confidenza con i miei amici e gli amici dei miei fratelli, Che lo hanno pure accompagnato prima di andar via. Ha provato sia ristoranti di qualità sia panini fast food sempre del posto. E poi una cosa che a me ha davvero lasciato sbalordito: Oltre a fare i complimenti per come la festa è stata organizzata e gestita, comprendendo anche la pulizia della città, È rimasto sbalordito dalla festa di Sant’Angelo. Andando nella zona della Marina, cercando di prendere informazioni su questa tradizioni e non si è perso neanche una corsa. Prima di andare via, ha sottolineato la volontà di voler portare anche lui almeno un cero per il prossimo anno nonostante sia una persona piena di impegni”.