Una mobilitazione dal basso per rendere più pulita la città. E’ questo il senso di “Licata fuori dal comune”, iniziativa organizzata da un gruppo di giovani che ha come obiettivo una bonifica della città. “Armiamoci di guanti e sacchetti, scopa e senso civico, e un po’ di forza di volontà – scrive Antonella Fulco – una delle organizzatrici – Sabato 4 gennaio, dalle ore 9 alle ore 13, “Licata fuori dal comune” prenderà vita. Nonostante il nome possa essere fuorviante, il materiale (guanti e sacchetti) è fornito dal comune di Licata. Dovremmo, invece, procurarci scope, rastrelli e decespugliatori”. La location per avviare le operazioni di bonifica è quella di Marianello. “Le zone del centro, tutto sommato, sono più curate quindi abbiamo pensato a Marianello – fanno sapere ancora gli organizzatori – Per chi volesse partecipare e non potesse o per chi volesse semplicemente contribuire a migliorare questo paese, nella stessa giornata sarà organizzata una raccolta fondi per l’acquisto di posaceneri fissi da installare per le vie del centro storico”. Si tratta senz’altro di un’iniziativa lodevole il cui fine è il bene comune.