Pubblicato sulla Gazzetta il rendiconto dei finanziamenti erogati direttamente dal governatore Lombardo tra febbraio e giugno. Oltre sei milioni a parrocchie e conventi, migliaia di euro per libri e regali, tra cui gli orologi con il logo della Regione, costati oltre 8 mila euro.

L’elenco delle spese approvate da febbraio a giugno dalla Presidenza è lungo e comincia con 3.150 euro destinati alla fornitura di 100 copie del volume “Per Licodia Eubea”. Rimanendo nel campo editoriale, altri 10 mila euro sono stati spesi per 500 copie del libro “Giovanni gentile” edito da Mazzotta, 1.000 euro per la fornitura di cataloghi “Ducezio edizioni” e 14.700 euro per “l’assortimento dell’enciclopedia della Sicilia” di Ricci editore. Tra le curiosità ci sono poi i 568 euro serviti a comprare mille bandierine di Libia, Cina e altre nazioni e 8.768 euro spesi per il “riassortimento di orologi personalizzati con il logo della Regione Siciliana”. Lombardo ha poi impegnato 150 euro per spedire in Spagna “vini siciliani e volumi pregiati”. Chissà di quale etichetta. Alcune spese, non meglio specificate nell’elenco pubblicato ieri sulla Gazzetta ufficiale, sono alquanto misteriose: come i 37.500 euro per “pagamento all’ordine regionale degli psicologi ” o i 15.386 euro spesi sotto la voce “forniture varie Pasqua 2012”. Tanti poi i contributi ad associazioni e onlus: 53.300 sono andati alla Banca popolare etica e ad altri 5 enti collegati, 18.050 euro alla Biblioteca di studi filosofici e 2.355 euro all’associazione Extroart per uno scambio culturale a San Francisco. Mentre l’Akragas folk dance ha avuto 3.500 euro per uno scambio culturale in Russia e 2.000 euro invece è quanto ricevuto dall’associazione Amici dell’opera per un progetto ad Abu Dhabi. E, ancora, altri 5 mila euro sono stati finanziati all’associazione Faremusica, 4.500 euro all’organizzazione Nuova acropoli Italia e 8 mila euro all’associazione della missione cristiana La parola della grazia. Palazzo d’Orleans ha finanziato con 23 mila euro anche la facoltà di Scienze politiche di Catania per il progetto “L’isola nella storia”. La voce di spesa più pesante è però quella che riguarda gli aiuti a parrocchie e chiese. E, puntuale come sempre, non manca mai un contributo a una chiesa del paese del governatore: 10.122 euro sono andati alla chiesa San Leonardo di Grammichele. Ben 2 milioni di euro sono stati invece destinati al “recupero dell’ex convento del Carmine di Scicli”, 580 mila euro alla chiesa San Francesco all’Immacolata di Ragusa Ibla e 18.600 euro alla parrocchia San Giuseppe di Mazzarrone. Nella sua Catania, via libera a 4,3 milioni di euro per il restauro del convento dei Gesuiti e della chiesa San Francesco Borgia, mentre 429 mila euro sono andati al Santuario delle lacrime di Siracusa. Altri 686 mila euro serviranno inoltre per la conservazione della chiesa Maria Santissima dell’Assunta di Gela e 240 mila euro per la copertura della chiesa di San Giorgio di Modica. La Presidenza ha infine finanziato opere di vario tipo, dalla realizzazione del Giardino della memoria a Isola delle Femmine, con una spesa di 150 mila euro, ad alcuni interventi straordinari nelle scuole di Belpasso e Vizzini.

 

Antonio Fraschilla (Repubblica di Palermo del 15 settembre 2012)