Riceviamo e pubblichiamo una lettera di Lorenzo Peritore su alcune bollette idriche che stanno arrivando ai liactesi con altissime cifre da pagare.

Stanno cominciando ad arrivare le bollette dell’acqua relative al consumo che va da dicembre 2011 a dicembre 2012. Le cifre che pervengono sono altissime, assurde e in alcuni casi da fare paura. Però nella fattura non è riportata la lettura dei contatori, ma vi è una sorta di conteggio, per nulla trasparente, con cui la Girgenti Acque,  a casaccio, o con metodi che non ci è dato conoscere, stabilisce il quantitativo di metri cubi d’acqua da pagare. Mi chiedo se  è possibile che le Istituzioni e gli organi di controllo possano permettere la gestione di un servizio senza  trasparenza nei confronti dei consumatori  e senza che venga data la possibilità agli utenti di confrontare la lettura della fattura precedente con l’ultima pervenuta. A che servono i contatori? L’utente ha il sacrosanto diritto di verificare se i metri cubi di acqua per i quali viene richiesto il pagamento corrispondono a quelli effettivamente consumati, come avviane per la luce, per il gas e per il telefono. La Girgenti Acque invece ci costringe a pagare ad occhi chiusi, senza che ci venga data la possibilità di controllare se l’acqua che paghiamo è davvero quella che abbiamo consumato. I contatori esistono per questa ragione. Mi chiedo se un metodo del genere è possibile che la legge lo consenta. Lo chiedo alle Istituzioni, lo chiedo al Prefetto, lo chiedo alla Finanza, lo chiedo al Presidente ella Provincia, lo chiedo alle Associazione dei consumatori  e se quelli della Girgenti Acque non si disturbano, lo chiedo anche a loro. Le bollette che stanno pervenendo non andrebbero pagate in attesa che la società che gestisce la “nostra” acqua, faccia realmente la lettura dei contatori, la indichi sulle fatture e ci rimandi le nuove bollette da pagare. Ma l’utente non ha facoltà di decidere in tal senso per cui necessita che un Ente o una Associazione legalmente riconosciuta, chiedano per via legale la sospensione dell’intera emissione di queste ultime fatture in attesa che si faccia chiarezza.  

Lorenzo Peritore