L’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento fa sapere di aver disposto la sospensione delle attività del bar posizionato al piano terra dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso “dovendo prevenire la diffusione del contagio riducendo gli accessi all’interno del presidio per motivi contingibili ed urgenti vista l’emergenza Covid 19”.

Sulla questione è intervenuta anche la titolare dell’attività di ristorazione precisando come “L’attività dell’esercizio non è stata sospesa per effetto di un controllo intervenuto da parte del nucleo antisofisticazione, che, a conoscenza di chi scrive non ha effettuato attività ispettive all’interno del bar, bensì, in via precauzionale e da parte della gestione su invito del Direttore Sanitario del P.O. di Licata.
Invero, con nota prot. 176569 del 18 novembre 2020, il Direttore Sanitario del P.O. di Licata, al fine di prevenire il diffondersi del contagio, ha ritenuto di dover limitare l’accesso di persone all’interno del presidio ospedaliero e, di conseguenza, giacchè l’esercizio pubblico in quanto tale è una fonte di aggregazione, ha chiesto agli esercenti di sospendere immediatamente l’attività.
La Caffé dei Fiori2 s.r.l. ha immediatamente aderito all’invito senza frapporre obiezioni, ritenendo, per spirito di responsabilità, congrue le ragioni della richiesta. Questa è dunque la verità dei fatti”.