25_bigPersonale dell’Arpa, a bordo di un’autovettura di servizio, ieri mattina si è recato nella zona retrostante i silos per la lavorazione del cemento dove di fatto si è formato un cimitero di imbarcazioni abbandonate. Non è stato comunicato il perché dei controlli ma è verosimile che si sia trattato di verifiche propedeutiche all’accertamento di eventuali violazioni della tutela ambientale o inquinamento marino visto il gran numero di carcasse di battelli presenti in questa zona del porto. Con ogni probabilità nei prossimi giorni se ne saprà di più ma dovrebbe essere scontato il motivo della visita alla Banchina: da troppo tempo le carcasse delle imbarcazioni sono rimaste abbandonate in questa parte del porto ed è verosimile che ne possa venire disposta la rimozione per evitare il perdurare di un danno ambientale causato dalla decomposizione in acqua di elementi in ferro, ormai da tempo arrugginiti.