Torna al successo la Sant’Angelo Licata che si sbarazza facilmente del Mascalucia e si rilancia in classifica. Malgrado le pesanti assenze di Curella e capitan Cavaleri, che hanno scontato il loro ultimo turno di squalifica, e quelle di Aronica, Pinto e Parrinello infortunati, i padroni di casa sono stati bravi ad approcciare la gara nel giusto modo non lasciando scampo all’undici di mister La Rosa. Dopo un avvio equilibrato, alla mezz’ora i gialloblù sbloccano il risultato con Lulù che sugli sviluppi di un lungo lancio dalla difesa trova al volo una pregevole realizzazione. Il Mascalucia non riesce ad incidere e a metà ripresa la Sant’Angelo piazza i due colpi che chiudono il match. In entrambi i casi le reti portano la firma di uno scatenato Domenico Cannizzaro che sul 3 – 0 si procura anche il rigore trasformato con freddezza da Fabio Bonvissuto. Anche la rete della bandiera del Mascalucia arriva dagli undici metri ed è realizzata da Scuto. Brillante affermazione della matricola licatese  che sale a quota 11 punti e continua a respirare aria d’alta classifica. Da rivedere il Mascalucia che nella prima frazione di gioco si era difeso con ordine salvo naufragare però nella ripresa. Intanto è arrivata la notizia che Gaetano Licata non è più il direttore sportivo della Sant’Angelo Licata. Il sodalizio dovrà pertanto trovare un nuovo direttore sportivo per operare al meglio sul mercato.