Riprendere il cammino. E’ questo l’obiettivo in casa Sant’Angelo Licata dopo la sconfitta incassata domenica scorsa in casa della capolista Scordia. L’occasione è propizia. Allo stadio Calogero Saporito domenica con inizio alle ore 14,30 arriva infatti l’Hellenika Ragusa terz’ultima a quota 7 punti. La classifica è cortissima. La Sant’Angelo è a un punto dalla zona play-off e tre punti sopra la zona play-out. Numeri che raccontano l’equilibrio dopo le prime 10 giornate di un campionato che, Real Niscemi a parte, sta mettendo in mostra organici di qualità e collettivi ben organizzati. Svetta come detto lo Scordia, squadra costruita per vincere e che lotterà fino alla fine con Atletico Catania e San Pio X per centrare il salto di categoria. Poi la fascia centrale della classifica dove staziona anche la Sant’Angelo con i suoi 14 punti. E’ un torneo in cui bastano due vittorie consecutive per fare un deciso balzo in alto ma al contempo basta un leggero rilassamento o un paio di risultati negativi per ritrovarsi invischiati nella lotta per non retrocedere. Ma non è il caso dei ragazzi di mister Angelo Vedda che stanno disputando davvero un buon campionato. Non si dimentichi infatti che la Sant’Angelo Licata è una matricola e che l’obiettivo dichiarato ad inizio stagione era una tranquilla salvezza. Tabella di marcia finora ampiamente rispettata.