Fumata nera per i netturbini del cantiere di Licata. La giornata di sciopero annunciata dalla CGIL è stata effettivamente osservata ma, secondo quanto ci hanno fatto sapere le Rsu, non è emerso nulla di incoraggiante. “Da parte dell’amministrazione non sono arrivate risposte circa i pagamenti – le parole di Centorbi – non sappiamo più a che santo votarci. Siamo disperati. Il nostro stato di agitazione continua“. Operatori ecologici che, in osservanza di quanto previsto dalla normativa, domani riprenderanno la raccolta della spazzatura. Ma, dopo 24 ore di stop, ci vorrà del tempo prima che la situazione torni alla normalità.

La CGIL ha annunciato che mercoledì si terrà un’assemblea dei lavoratori nelle ultime due ore di ogni turno.