ambulanza (Small)Dopo la lettera inviata al sindaco Pasquale Amato dall’ex consigliere comunale Rosario Catania, nella veste di medico e cittadino, il consigliere comunale di Autonomia palmese Rosario Bruna ha protocollato questa mattina un’interrogazione sul servizio di emergenza 118.

Dalla lettera di Catania emerge che l’ambulanza del 118 a Palma sia dotata del solo mezzo di soccorso base con la presenza, cioè, all’interno di due autisti- soccorritori, mentre altre postazioni della provincia sono fornite di mezzo di soccorso intermedio, che prevede la presenza in ambulanza anche di un infermiere, o avanzato, con la presenza, oltre che dell’infermiere anche di un medico.

La mancanza di un sanitario comporta che non possano essere prestati soccorsi nell’immediato, fatto tanto più grave considerata l’assenza di una struttura ospedaliera a Palma.

“Non voglio pensare quante persone si sarebbero potute salvare – si legge nell’interrogazione- ma sicuramente voglio intervenire affinché si faccia di tutto per salvare la vita alle persone che si possano trovare trovare nella situazione di ricevere assistenza sanitaria immediata”.

Per queste ragioni, Bruna chiede al sindaco, nella sua qualità di massima autorità sanitaria, “quali e quante iniziative siano state poste in essere per tentare di risolvere tale urgente problematica e fare qualcosa che possa consentire di salvare il bene più prezioso che abbiamo: la vita”.

Luigi Arcadipane