Si è concluso il processo per omicidio a carico del licatese Giuseppe Volpe svolto dinnanzi alla prima sezione della Corte di assise di appello di Palermo. I giudici del capoluogo hanno riformato la sentenza emessa in sede di giudizio di primo grado riducendo la pena inflitta al Volpe da sedici anni a 11 riconoscendo allo stesso le circostanze attenuanti generiche. Volpe era difeso dagli avvocati Gaetano Timineri e Rosanna Scrimali.

Giuseppe Volpe è stato condannato per l’omicidio dello zio avvenuto in campagna. Si trova agli arresti domiciliari presso una comunità alloggio.