Pubblicità

L’Alberghiero dell’Istituto Istruzione Superiore “Filippo Re Capriata” guidato dalla dirigente scolastica Amelia Porrello ha partecipato come principale attore al festival del Gambero rosso di Licata in collaborazione con il Comune di Licata e l’Ass. Giovani Pescatori Licatesi. Prima dell’inizio del convegno è stata effettuata un’accoglienza impeccabile da parte degli studenti dell’Istituto Alberghiero guidati dalle professoresse Maya Cantavenera e Argento Amalia.

Dopo il convegno al Chiostro Sant’Angelo, la manifestazione si è spostata al Food Village di via Sant’Andrea, dove è stata organizzata una degustazione del fritto a base del Re del Festival. Anche in questa fase i protagonisti sono stati gli studenti del Re Capriata che hanno curato con precisione la cottura e la distribuzione dei piatti, guidati dai professori Nicola Chiara, Marco Savone, Melchiorre Patti, Sciarratta Denise e dagli Assistenti Tecnici: Antonino Di Carlo Lillo Meli, Rosario Nobile, Calogero Calogero Maria Dicaro, Terranova Antonio.

“È stato un grande onore per me coordinare un evento così importante – le parole dello chef docente, Vincenzo La Cognata – e desidero ringraziare sinceramente la nostra dirigente Amelia Porrello che ci ha saputo guidare con entusiasmo dandoci libertà di azione. Voglio inoltre esprimere un sincero ringraziamento ai nostri studenti che hanno lavorato con grande professionalità e dedizione. Grazie anche all’Associazione Giovani Pescatori di Licata, al Sindaco Angelo Balsamo e ai suoi assessori, nonché a tutti i cittadini di Licata e dei paesi limitrofi per aver partecipato come degustatori rispettosi e appassionati”.

Durante l’evento, Vincenzo La Cognata ha presentato dei piatti esclusivi a tema, ideati da lui come omaggio alla città di Licata!
Tra questi, vi erano la caponatina di melanzane con melograno e gambero rosso di Licata, Spaghetti affogati al Nero d’Avola con pesto di Tiniruma e gambero rosso di Licata.

Lo chef è intervenuto anche al convegno tenutosi al Chiostro Sant’Angelo, dove Vincenzo La Cognata ha ripercorso con grande emozione le tappe che lo hanno portato a scegliere questa professione e ha raccontato del suo legame con i pescatori. “Sono grato di aver avuto l’opportunità di partecipare a questo straordinario evento e di aver condiviso la mia passione culinaria”.