Pubblicità

I consiglieri comunali di Forza Italia, Luigi Lanza e Angelo Ripellino, hanno inviato una nota al Sindaco Angelo Balsamo e alla Presidente del Consiglio Anna Triglia per richiedere celerità nella risposta alle interrogazioni.


OGGETTO:
INTERPELLANZA su mancata risposta alle interrogazioni entro i termini previsti dell’art. 15, comma 3 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.

I sottoscritti consiglieri comunali di Forza Italia, Luigi Lanza e Angelo Ripellino, si trovano costretti a rivolgerle la presente INTERPELLANZA, vista la mancata risposta, entro i previsti termini regolamentari, a ben due interrogazioni da noi presentate.

Nello specifico ci riferiamo alle interrogazioni che avevano per oggetto:

1) La drammatica erosione costiera della zona Fondachello/Plaia;
2) La conoscenza dello stato dell’arte dei lavori in via Principe di Napoli.

In merito alla prima chiedevamo di sapere: se e quando, l’amministrazione da Ella presieduta, prevede di presentare i progetti esecutivi necessari per attingere ai finanziamenti utili ad eseguire i lavori e le importanti opere (di cui Ella fa cenno in una precedente nota) che a titolo di promemoria di seguito riportiamo:

a) € 250.000,00 per eseguire interventi di mitigazione temporanea, somma già stanziata nella finanziaria Regionale,
b) Finanziamento di € 15.000.000,00 (quindici milioni) per eseguire tutte quelle opere strutturali necessarie ad eliminare definitivamente la grave problematica.

Continuiamo a ritenere assurdo non poter attingere a questi finanziamenti (specialmente alle ingenti somme del secondo) perché, ad oggi, non sono stati ancora prodotti i relativi progettiesecutivi dei lavori da eseguire.

Riguardo alla seconda interrogazione, preoccupati dalla lentezza nello svolgimento dei lavori, si chiedeva di sapere la data esatta in cui verrà chiuso il cantiere e restituita la via Principe di Napolialla normale fruizione pubblica. Ciò, anche, in considerazione della significativa presenza, in detta via, di diversi pubblici esercizi ed attività commerciali, che puntano nell’imminente inizio della stagione estiva per garantirsi la necessaria sopravvivenza economica.

Per tutto quanto sopra esposto, ai sensi dell’art. 16 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale,

INTERPELLIAMO

La S.V. per domandare i motivi del ritardo nella risposta delle citate interrogazioni e, allo stesso tempo, sollecitare le dovute risposte. A tal fine ci preme precisare che le risposte non sono dovute ai soli consiglieri, ma principalmente a tutti i cittadini amministrati, loro diritto democratico riconosciuto dalla legge e dallo Statuto Comunale.

Si chiede, inoltre, di dare alla presente Interpellanza risposta scritta, ai sensi dell’Art. 15 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.

Luigi Lanza, Angelo Ripellino