Incarico dirigenziale Affari Generali e Servizi sociali, interrogazione dei consiglieri 5 Stelle D’Orsi e Carità.

Premesso che:
con determinazione Sindacale n. 30 del 16.06.2020 è stato conferito al Segretario Generale dell’Ente, le funzioni aggiuntive dell’incarico dirigenziale ad interim del dipartimento 1 Area
Amministrativa – Settore Affari Generali e Servizi Sociali;
con deliberazione del Comitato dei Sindaci n. 8 del 26.06.2020 è stato approvato lo schema di convenzione tra i Comuni, art. 30 del Dlgs. n. 267/2000;
l’ art. 6 della summenzionata convenzione approvata con la delibera n. 8 del 26.06.2020, cosi recita….il Direttore/Coordinatore del Gruppo Piano, è nominato dal Sindaco del Comune Capofila tra i dipendenti di cat. D in servizio presso l’ufficio distrettuale con comprovata esperienza almeno quinquennale nel settore dei Servizi Sociali…;
la sopracitata convenzione, e precisamente all’ art. 7 – Ufficio Piano – Funzionamento e Composizione, esplicita e ribadisce in modo inequivocabile e senza interpretazioni, che il Distretto socio-sanitario dovrà essere diretto da una cat. D;
che, tra i servizi compresi nella convenzione sopracitata, c’è il Servizio Sociale Professionale, art. 8 – Funzioni e Servizi conferiti nella gestione associata;
il Settore Servizi Sociali del Comune di Licata ha in organico una figura di cat. D a tempo indeterminato, a 36 ore e con i requisiti di cui alla convenzione suddetta.
Tutto ciò premesso
INTERROGANO e CHIEDONO
Al Sindaco, Giunta e Segretario Generale del Comune di Licata
1. Se l’Amministrazione è a conoscenza della determinazione dirigenziale n. 5 del 15.09.2020 con la quale viene individuata la dipendente cat. C, come Responsabile di P.O.
dell’Ufficio Piano;
2. Come mai non è stato tenuto conto della convenzione dove esplicita in modo netto ed indubitabile che il settore de quo deve essere diretto da una categoria D;
3. Considerata L’ ILLEGGITTIMITA’ del provvedimento di determina dirigenziale n. 5 del 15.09.2020, si chiede all’amministrazione di prendere in considerazione la revoca dello
stesso.

Melania D’orsi, Vincenzo Carità – consiglieri comunali Movimento 5 Stelle