Il coordinamento cittadino del Partito democratico scrive al Sindaco Pino Galanti per chiedere interventi migliorativi dell’attuale situazione cittadina.

Con questa lettera aperta potremmo limitarci a denunciare le innumerevoli mancanze della nostra città: esercizio semplice, ma spesso fine a sé stesso e quindi inesorabilmente sterile e vuoto.
Preferiamo, invece, farLe una domanda altrettanto semplice e diretta: Lei vive bene a Licata?
Perché, al di là di ogni livello di confronto e proposta di soluzioni ed interventi, la vera questione, alla base di ogni altra considerazione, è la vivibilità della nostra città!
Se la risposta è sì, vuol dire che anche Lei appartiene a quella, purtroppo, vasta categoria di persone per cui “abbiamo il mare abbiamo il sole, Licata è “la meglio” città del mondo!” Ma da un sindaco ci aspetteremmo un’analisi più approfondita dello stato del proprio territorio.
Se la risposta invece è no, sicuramente aggiungerà che si sta seriamente impegnando per renderla migliore. Allora ci spiace deluderLa… ma proprio non ce ne siamo accorti!
E, come noi, non se ne accorgono le migliaia di cittadini costretti a vivere nel degrado di strade sporche, non sicure, affollate di automobili, ricche di una variegata fauna in cui ratti, scarafaggi e cani randagi fanno da padrone!
Beninteso: decoro e pulizia non dipendono solo dall’Amministrazione Comunale. Gli animali possono muoversi liberamente… i rifiuti no! E spesso sono lasciati in ogni dove dagli stessi che si lamentano per la scarsa pulizia della paese.
Ma la poca collaborazione dei cittadini non può diventare l’alibi per nascondere le proprie inefficienze!
La vivibilità del paese è quindi la vera emergenza cittadina, perché in questo termine sono compresi e racchiusi tutti gli altri: pulizia, igiene, decoro, servizi, sicurezza! Tutto ciò che fa vivere bene il cittadino… e fa vivere bene, nei pochi o tanti giorni che vi trascorre, il turista, ovvero la grande e ancora poco espressa risorsa di questo territorio!
È richiesto oggi un deciso salto di qualità negli interventi per migliorare, e non di poco, la vivibilità di Licata. Il
Decoro urbano è il primo biglietto di visita per un paese. Occorre una costante programmazione di pulizia ordinaria, giornaliera ed efficiente, e programmare interventi straordinari di pulizia, bonifica e derattizzazione per tutte le zone della città.
Lanciare progetti, “adotta un’aiuola, un monumento, balcone fiorito” anche in accordo con associazioni di volontariato che promuovano iniziative di rigenerazione urbana e mirino a sensibilizzare i cittadini ad avere cura della propria città.
Occorre con immediatezza, intercettare fondi europei per progetti di riqualificazione urbana, attraverso l’ufficio Europa, che ad oggi sembra inesistente.
Nello sfacelo totale occorre uno sforzo che deve vedere protagonisti i cittadini, cui pure è rivolta questa lettera, ma che vede nell’amministrazione e, soprattutto, nel Sindaco che la rappresenta, il motore pulsante in termini di politiche attive, programmazione ed interventi puntuali!
Ossia tutto ciò di cui denunciamo l’assenza!
Noi faremo la nostra parte come cittadini orgogliosi di appartenere a questa storia e a questa comunità, non facendo mancare le nostre personali azioni quotidiane e le nostre proposte come gruppo politico! Da Lei, signor Sindaco, ci aspettiamo molto di più, nel rispetto del plebiscito ricevuto alle scorse elezioni.

Il coordinamento PD Licata
Tiziana Alesci
Paolo Iacopinelli
Gaetano Truisi
Alfredo Quignones