Angelo Curella, ds Accademia LIcata“Il ritiro è stata una sorpresa anche per noi. C’è stato qualche battibecco tra calciatori nel sottopassaggio ma tutti i ventidue calciatori sono rientrati tranquillamente negli spogliatoi. Era presente la terna arbitrale, il commissario di campo e diverse forze dell’ordine ma nessuno ha notato nulla di strano”. Con queste parole, il direttore sportivo dell’Accademia Licata, Angelo Curella, ha commentato l’inspiegabile decisione del Ligny Trapani di non disputare il secondo tempo (risultato all’intervallo 2-0). Appare inevitabile a questo punto che il Giudice sportivo decreti la vittoria a tavolino dell’Accademia che con la conquista di questi tre punti si avvicinerebbe ulteriormente all’obiettivo della salvezza.